"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

domenica 19 dicembre 2010

Visione globale, ufficiale e alternativo...

La maggioranza delle persone è addestrata a difendere le informazioni che conosce, le informazioni che gli sono state inserite nel corso degli anni dai media, dalla società, dai genitori. Quando si presenta una informazione che stravolge una qualche convinzione si tende a non dargli troppo peso, a evitare di approfondirla per davvero, bollandola facilmente come una informazione sicuramente sbagliata figlia di un insieme di paranoici che hanno come loro fortezza principale internet...
Questo è quello che ci insegna la televisione: internet è pieno di informazioni sbagliate veicolate da personaggi che desiderano l'anarchia e mirano a screditare tutto e tutti senza nessuna prova e nessun dato dalla loro parte... Ne consegue che spesso chi riceve informazioni alternative tende a vederle come tutte provenienti da quel calderone inattendibile che gli hanno insegnato essere internet... I media però non dicono che esistono un sacco di libri che contengono informazioni alternative, libri che approfondiscono le questioni molto bene, portando dati e prove ben verificabili... Ma leggere un libro per farsi una idea, per poter valutare bene una idea prima di bollarla come fandonia risulta per molti un qualcosa di troppo impegnativo: viviamo nell'era della velocità, non abbiamo tempo, 15 minuti di telegiornale e già sappiamo tutto quello che dobbiamo sapere... Ci stanno coltivando davvero bene... Ed ecco che quella informazione che ci era arrivata agli orecchi diventa per noi l'ennesima fandonia, l'ennesima "voglia di veder complotti dovunque", senza che nemmeno sappiama da dove quella informazione provenisse, su quali dati si basasse, con quali argomenti sorreggeva la sua tesi... Ancora una volta sistema 1 individuo 0...
Poi questo non vuol dire che leggendo un determinato libro che tratta di un determinato argomento definito “alternativo”, automaticamente cambieremo idea, ma almeno
potremo dire di essere in disaccordo sapendo bene ciò di cui si sta parlando, effettuando così una scelta consapevole. Altrimenti, rifiutando l'informazione a priori, senza conoscerne il background, sarebbe come dire che un determinato cibo non ci piace senza averlo mai assaggiato!
Difendere l'idea che ci è stata inculcata a priori, senza nemmeno voler conoscere, approfondire l'alternativa è un comportamento che visto dall'esterno può risultare molto infantile, stupido: da ignoranti... Ma noi non siamo infantili, stupidi , ignoranti... O almeno crediamo di non esserlo... Spesso però ci comportiamo come se lo fossimo... Forse c'è qualcosa che non va, forse non tutto quello che pensiamo, non tutte le nostre idee sono farina del nostro sacco... Forse una parte di esse, una buona parte di esse ci è stata inserita a nostra insaputa, ed ora quelle che crediamo essere le nostre idee lavorano contro di noi, al servizio di qualcun altro che si è assicurato la nostra obbedienza, la nostra docilità entrando direttamente nella nostra mente e programmandoci come pecore che seguono il pastore, inconsapevoli...
Iniziare a scardinare questa programmazione può portare ad allargare notevolmente la propria visione...
Iniziare a valutare la possibilità che tante cose di cui siamo convinti potrebbero essere diverse da ciò che crediamo è un primo passo, aprire questa possibilità alimenta la voglia di cercare informazioni... A questo punto iniziando a cercare possiamo trovare informazioni “alternative” che spaziano in ogni ambito, dalla politica alla medicina, dalla storia all' alimentazione... A questo punto però potremo notare che per ogni argomentazione”alternativa” esiste l'argomentazione di difesa tesa a sorreggere lo status quo, tesa a difendere la programmazione...
Questo potrebbe apparire come un vicolo cieco, per ogni informazione “alternativa” una ufficiale che nega la prima... Dove sta la verità? Come possiamo credere ad una piuttosto che a un'altra?
Analizziamo la situazione:
Normalmente le informazioni ufficiali vengono ridondate in tutto il globo dai media,sono spesso corredate da documenti che attestano la loro veridicità e vengono portate da persone che si sono conquistate la fiducia dei popoli in quanto sono stati eletti democraticamente o hanno studiato presso le migliori università o collaborano a programmi televisivi.



Le informazioni “alternative” invece faticano a fare il giro del globo, sicuramente non vengono ridondate dai media, hanno come unici mezzi di diffusione internet, libri,passaparola; non sempre sono corredati da documenti, e quando lo sono le fonti ufficiali non fanno troppa fatica a screditare il valore di tali documenti; vengono portate da persone in gran parte sconosciute soprattutto al grande pubblico, possono essere persone che hanno studiato o persone che non hanno studiato.



Beh, da questo piccolo quadro credo che una buona maggioranza di persone si farebbe subito una idea precisa: le informazioni certamente più attendibili sono quelle ufficiali... Rispondono molto meglio ai nostri schemi di valutazione, ai nostri schemi che ci permettono di valutare cosa sia vero e cosa no... Questi schemi si basano su alcuni punti:
  • In quanti hanno riportato l'informazione? (ovviamente la notizia ufficiale viene riportata molte più volte di una “alternativa”, o perlomeno questo è quello che ci appare...)
  • Conosco chi ha portato l'informazione? ( certamente conosco molto meglio la faccia di una fonte ufficiale che una di una fonte alternativa... o perlomeno la conosco sulla base di ciò che questa persona ha detto su fonti ufficiali e magari a causa di qualche gossip prontamente riportato dalle riviste di settore... chi fa informazione alternativa è spesso uno sconosciuto, potrei iniziare a conoscerlo alla pari della fonte ufficiale solo iniziando a seguire ciò che questa persona dice...)
  • Esistono delle prove, dei documenti che supportano tale informazione? (ancora una volta la fonte ufficiale non avrà problemi a fornire documenti ufficiali... la fonte “alternativa” avrà certamente più problemi a fornire documenti ufficiali che smentiscono la tesi ufficiale...)
Forse possiamo riflettere un minuto...
Poniamo il caso che sia l'informazione “alternativa” ad aver ragione, di conseguenza la fonte ufficiale sarà nel torto, in questo caso non servirà a nulla alla fonte ufficiale emettere documenti ufficiali a sostegno della propria tesi, sarebbe come dire che l'uomo ragno esiste perchè così è scritto nei fumetti dell'uomo ragno...
Allo stesso modo perderebbe di qualsiasi credibilità anche la persona legata alla fonte ufficiale che ci porta le informazioni... Dal momento che conosciamo questa persona solo attraverso fonti ufficiali ( televisione, giornali, riviste), tutto ciò che conosciamo di questa persona verrà automaticamente messo in dubbio nel momento in cui sappiamo che è l'informazione “alternativa” ad avere ragione..
Ancora, non servirà a nulla conoscere quanto l'informazione ufficiale si sia espansa, in quanti l'abbiano riportata... sarebbe come dire che più giornalini dell'uomo ragno vengono distribuiti e più è probabile che l'uomo ragno esista per davvero...

- A meno che non sussista dentro agli individui uno schema tale per cui chi presenta documenti ufficiali porta sicuramente la verità: in questo caso l'individuo può continuare a credere alla fonte ufficiale anche se la verità è da tutt'altra parte -

A questo punto mi chiedo, come facciamo a continuare a mettere l'informazione ufficiale sempre un gradino sopra a quella alternativa dal momento che basa la sua autorevolezza su altre fonti sempre definite ufficiali e quindi provenienti dallo stesso calderone?
Perchè continuiamo a credere più facilmente che l'uomo ragno esiste in quanto è scritto nei fumetti dell'uomo ragno e screditiamo invece la possibilità che sia superman quello che esiste , in quanto scritto nei fumetti di superman?
Questo per dire che in fondo non abbiamo uno schema mentale valido per poter valutare quali siano le informazioni vere e quelle false, in qualche modo sono tutte sullo stesso piano...
Delle due l'informazione alternativa ha il pregio di provenire da tante diverse fonti, a volte può contraddirsi da sola a causa proprio di questa caratteristica, è su questa contraddittorietà che spesso l'informazione ufficiale fa leva per screditare l'informazione alternativa, senza rendersi conto che questo difetto evidenzia il principale dei suoi pregi: proviene da fonti scollegate fra loro, non basa tutte le sue tesi su altre informazioni che provengono dalla stessa fonte...

A tante persone, quando gli si parla del sistema, in maniera abbastanza superficiale ma comunque chiara, dicendogli che il mondo è controllato da poche famiglie che fanno il brutto e il cattivo tempo a seconda di ciò che gli torna più utile per realizzare i propri obbiettivi, nella maggioranza dei casi risponderanno:" Beh, questo si sa.." L'impressione quindi è quella che in realtà non ci sia niente di segreto, che le varie "teorie del complotto" non abbiano nulla da aggiungere a ciò che la gente già sa...
Proviamo a pensare un pochino prima di parlare... tante persone dicono di sapere quanto scritto sopra... Ma allo stesso tempo quelle stesse persone continuano a seguire le informazioni ufficiali... Basterebbe solo la vera consapevolezza di cosa significa quel “Beh, questo si sa” per rendere completamente inutile questo post, per rendersi conto che la verità non può essere ricercata nell'informazione ufficiale...



Capire questo rende quasi inutile intraprendere una ricerca fra le informazioni “alternative”, alla ricerca della verità... Perchè se capiamo veramente che tutto ciò che abbiamo imparato, che tutto ciò che è ufficiale, normale, è un qualcosa che può essere non vero, limitato, allora in quel momento capiamo che la cosa si estende molto più in la di quello che potevamo immaginare, capiamo che non è più di primaria importanza capire se Obama dice la verità o meno, sapere da chi è orchestrata la crisi e perchè... Questo perchè in quel momento risulterà evidente la domanda che è stata sopita, sovrastata da infinite altre domande, infiniti altri problemi, utili solo ad allontanarci dalla risposta ad essa: CHI SONO?
La risposta a tale domanda non è un qualcosa da trattare in un post o in un libro, va al di là delle parole, il viaggio verso tale risposta è un viaggio unico per ognuno di noi , un viaggio che ha in serbo per noi un sacco di sorprese, è per questo che siamo qui, è per questo che viviamo, per scoprire chi siamo... Da troppo tempo ci è stato tenuto nascosto...
Ora questa non è una cosa automatica, ognuno ci arriva quando è il momento, l'importante è iniziare, e un buon inizio secondo me è iniziare a rendersi conto che l'informazione ufficiale è limitata, per poi capire che è manipolata, per poi iniziare a scoprire un po come vanno davvero le cose nel mondo che ci circonda, per poi iniziare a cambiare dalle piccole cose, iniziare a deprogrammarci fino a riottenere il controllo della nostra mente ( e non sarà certo una cosa facile, siamo pieni di condizionamenti che nemmeno immaginiamo) per iniziare finalmente poi a scoprire che non siamo solo una mente limitata, per iniziare poi a scoprire chi siamo!

Qui puoi trovare un post di Hacker L.L. che è ben correlato a questo

P.s.
Le direzioni indicate sono tante, ma nessuna porta veramente alla meta, un giorno capiremo che alla meta ci siamo già, si tratta soltanto di accorgersene...

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...