"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

martedì 30 novembre 2010

Il buco fuori dalla porta

1 commenti
A- "Hey avete notato, c'è un grosso buco proprio subito fuori dalla porta..."
B- "Quindi? Cosa me ne frega a me: C'è SEMPRE STATO!"
A- "Sì, forse c'è sempre stato... Ma magari si potrebbe provare a chiuderlo"
B- "Ma cosa dici, siamo sempre andati bene così, ora arrivi tu vuoi cambiare tutto... Stai buono dai che è meglio!"
A- " Sì però se ci lavorassimo tutti insieme basterebbe poco per chiuderlo..."
B- " Ma la vuoi piantare? Sono sempre tutti usciti lo stesso, perchè non ti adegui anche tu come hanno fatto tutti?"
A- " Beh, è che mi sembra si possa far qualcosa, credo che si vivrebbe meglio se non ci fosse"
B- "Sì sì, sempre i tuoi viaggi... Dai basta, non mi stressare più, vieni con me fuori..."
A- "Va bè, però il buco c'è ed ora ci dobbiamo passare dentro... Proverò a non considerarlo come fai tu... Ma non credo ci riuscirò.... oramai mi son accorto della sua presenza, mi sono accorto di quanto sia scomodo continuare a passare da lì senza aver coperto quel buco... Mi dispiace, ma continuerò a stressarti perchè quel buco c'è anche se tu non lo vuoi vedere, perchè se tutti cominciamo a vederlo, se tutti ci accorgiamo di quanto sia scomodo passarci dentro ogni giorno, forse allora finalmente decideremo insieme di chiuderlo!"

"Chi ha orecchi intenda"

lunedì 29 novembre 2010

Perchè?

0 commenti
Come è difficile guardarsi intorno, come è difficile togliersi i paraocchi...

Perchè ogni giorno continuiamo a vivere come se certe cose non esistessero?

Perchè continuiamo a sentire o a leggere determinate cose su ciò che ci circonda rimanendo comunque sempre impassibili?

Perchè accettiamo tante cose ingiuste senza nemmeno porci delle domande?

Perchè ci rifugiamo nelle classiche parole "ma tanto il mondo è sempre stato così..."?

Perchè non vogliamo aprire i nostri occhi?

Perchè continuiamo a considerare normale quello che di normale non ha nulla?

Perchè continuiamo a sperare che qualcuno faccia finire la crisi?

Perchè ci uniformiamo ogni giorno a quello che si deve fare, pensare, dire?

Perchè screditiamo chi vuole dire basta?

Perchè continuiamo ad abbracciare solo un punto di vista, il solito punto di vista, il punto di vista che ci è stato impiantato?

Perchè non iniziamo a reagire?

Perchè non la smettiamo di scegliere la strada comoda?

Perchè non iniziamo a prendere un pò di iniziativa?

Perchè non iniziamo a rialzare la testa?

Perchè leggendo questa lista di domande ci viene da chiederci "beh, e cosa dovrei fare poi io?"?

Perchè aspettiamo sempre e comunque un leader che ci manipoli trascinandoci dietro di se?

Natale e il problema dei regali

0 commenti
Questa la definizione che trovo sul vocabolario della parola natale...

"Natale: solennità liturgica dell'anno cristiano, in cui si ricorda la natività di Gesù Cristo, il 25 dicembre."

Quattro giorni prima di natale il sole tocca il suo minimo durante il solstizio di inverno: abbiamo la notte più lunga dell'anno accoppiata con il giorno più corto dell'anno... Per i successivi tre giorni (22-23-24) il sole appare come fermo (Solstitium significa “Sole fermo”), fino al 25 dicembre giorno in cui il sole ricomincia ad alzarsi leggermente sull'orizzonte, è in questo giorno che gli antichi festeggiavano la rinascita del sole in un ciclo infinito che sostiene tutto ciò che è...
Nell'antica Roma ci si scambiavano luci (candele accese, torce..) a simboleggiare la rinascita del sole, il ritorno della luce, l'inizio del cammino che porterà poi al solstizio d'estate giorno in cui il sole domina le tenebre: è probabilmente da questa antica usanza che deriva la consuetudine di scambiarsi doni per natale...
Da un punto di vista più cristiano, vengono scambiati doni a simboleggiare il più grande dono che Dio poteva fare e cioè donare suo figlio per l'umanità...

Queste sono un pò le origini della consuetudine dello scambio di doni per natale (certamente ne possono esistere anche altre provenienti da altre culture, ma tutte in qualche modo collegate al solstizio d'inverno).

Simbolicamente il solstizio d'inverno rappresenta l'apice dell'introspezione, un ritorno nelle profondità di noi stessi dopo

giovedì 11 novembre 2010

Facile NON è per forza giusto.

2 commenti
Noi tutti seguitiamo ad affannarci per non inciampare costantemente sui nostri stessi passi, spesso lamentandoci di quanto dura sia l'esistenza: stare al passo con la nostra idea di "vita" e di "felicità" non è cosa da poco, in effetti.
Ci sentiamo spesso vittime delle nostre stesse paure, naufraghi senza speranza in un oceano di terrificanti incertezze, costretti a sputare sangue per proteggere le poche, minuscole sicurezze che abbiamo già conquistato e messo da parte per il futuro.
Ma, se ci guardiamo per bene intorno, possiamo notare che quell'oceano pullula di infinite boe, che tutte insieme tracciano un percorso preciso per ricondurre gli sfortunati naufraghi verso la sponda tanto agognata...
Non vi è eccessiva difficoltà nell'attraversata: le boe sono grosse e ben visibili, l'unica cosa che dobbiamo fare per raggiungere il nostro scopo è seguirle.
E, ad ogni ostacolo, nascosto insidioso nelle profondità dell'oceano, dobbiamo solamente mantenere il nostro sguardo ben fisso davanti a noi, rivolto alla prossima boa, la nostra prossima ancora di salvezza...e ce la faremo.

Sotto sotto, è meravigliosamente, drammaticamente facile.

A questo link potete leggere un post moolto interessante
Un buono spunto per riflettere sulla sottile paura dilagante di "non
 essere", un occhio aperto a sbirciare un qualcosa che è già sotto il nostro naso ma che la maggior parte di noi non è in grado di vedere, o accettare (e non parlo di una cosa così apocalittica come è descritta nel post, ma di cose molto più sottili ma già pienamente avvertibili).

Ora, mi piacerebbe aggiungere qualcosa.

martedì 9 novembre 2010

Niente è impossibile...

0 commenti



"Spostare delle pietre è una cosa, questo è del tutto diverso!"

"No! Non diverso! Solo diverso in tua mente... Devi disimparare ciò che hai imparato!"

"Daccordo ci proverò..."

"No! Provare no. Fare o non fare, non c'è provare!"


"Non posso crederci!"

"Ecco perchè hai fallito!"


Questo video non è solo un pezzo di un film, (guerre stellari), che racconta una storia di fantascienza... Questo video racchiude un sacco di verità condensate in poche parole...
Mettiamoci nei panni di Luke ( il ragazzo) e cominciamo ad ascoltare!

venerdì 5 novembre 2010

Hai mai visto il presente?

1 commenti
Quando guardiamo il cielo stellato stiamo osservando corpi celesti distanti centinaia di anni luce dalla terra...
Questo significa che la luce partita da quei corpi centinaia di anni fa noi la vediamo oggi: stiamo guardando il passato! Quelle stelle che vediamo potrebbero anche non esistere più, ma noi lo vedremo solo quando la luce partita da esse nel momento della loro scomparsa ci raggiungerà!
La luce porta a noi una informazione che noi decodifichiamo in immagine visiva, ma quello che stiamo vedendo non è la realtà effettiva di quel momento, ma la realtà effettiva di un momento già passato, magari anche di centinaia di anni...

Fin quando si parla di corpi celesti distanti anni luce dalla terra il concetto risulta chiaro, ma in realtà la stessa cosa avviene anche quando guardiamo il mondo che ci circonda durante le nostre azioni quotidiane... Certo non si parla più di anni luce, in effetti gli oggetti che stanno a un metro da noi sono a soli
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...