"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

mercoledì 30 dicembre 2009

La crisi















Cosa è la crisi?
Economicamente parlando è un periodo in cui i mercati sono fermi, in cui c’è incertezza e quindi si evitano gli investimenti, ognuno si tiene quello che ha; questo paralizza il mercato e le conseguenze sono ditte costrette a chiudere, operai in cassa integrazione etc. Sempre secondo le leggi dell’economia la cosa migliore da fare per combattere la crisi è andare controcorrente spendendo più soldi possibile, alimentando così il mercato diamo ossigeno all’economia e si può uscire dalla crisi.
Il sistema economico prevede una crescita continua, quando non c’è crescita si parla di recessione: il famoso PIL (Prodotto Interno Lordo) deve sempre essere in crescita.
Perché c’è la crisi?
Ci sono un sacco di spiegazioni economiche: casini di banche etc. si può quasi arrivare a credere che non la si potesse evitare tanti sono i fattori che l’hanno provocata.
Cosa ci dobbiamo aspettare?
Sembra che non lo si possa sapere con certezza anche se viene predicato un certo ottimismo.
A chi serve la crisi?
Agli speculatori sicuramente e a pochi altri, c’è chi dice che possa servire alle banche più grosse per assorbire tutte le piccoline.
Cosa si sta facendo contro la crisi?
Tutti i governi sono mobilitati, gli stati uniti hanno dato sovvenzioni all’industria dell’auto, la BCE (Banca Centrale Europea) ha abbassato i tassi di interesse e ogni paese ha preso le contromisure migliori per evitare il peggio!

Questo è quello che a grandi linee ci viene detto sulla crisi… Ma forse c’è qualcosa di più… Se il Sistema esiste (vedi nota “cosa è il Sistema?) allora niente avviene per caso.
Una crisi mondiale di grosse dimensioni rende sicuramente le persone più pronte ad accettare soluzioni che in altri casi non avrebbero accettato.
Lo schema è semplice: Problema, Reazione,Soluzione se hai un obbiettivo, vuoi realizzare qualcosa, ma sai che nessuno la vuole, allora la cosa migliore da fare è creare un problema che crei scontento tra la gente, la quale avrà una forte reazione e ti chiederà una soluzione per uscire dal problema: la soluzione sarà esattamente quello che volevi fare ma ora tutti lo vorranno perché valuteranno che quella soluzione è comunque meglio del problema.
Per questo motivo penso che la crisi si protrarrà ancora per molto, penso che bisogna prepararsi a vivere in maniera diversa se non vogliamo accettare la “soluzione” che ci verrà proposta…
Penso che una possibile soluzione che potrebbe venire proposta per uscire dalla crisi ed evitarne altre sarà una sorta di moneta mondiale ad accesso esclusivamente elettronico; può sembrare una cosa impossibile adesso ma fra pochi anni potrebbe essere la realtà.
Un accesso esclusivamente elettronico (tramite carta di credito,internet,etc.) limiterebbe la libertà individuale in maniera molto importante, ogni nostro movimento sarebbe registrato e archiviato.
Questo tipo di approccio sarebbe poi solo l’inizio, uno degli ultimi pezzi del puzzle sarebbe l’installazione di un microchip in ogni persona il quale sostituirebbe la carta di credito, dando maggiore comodità… Ma anche maggiore controllo, il microchip permetterebbe di rilevare la tua posizione in ogni momento e, come i messaggi subliminali pubblicitari provano a fare ora, sarebbe in grado di modificare le tue idee, indurti a pensare ciò che normalmente non avresti pensato, ridurre ogni persona a un perfetto automa senza più via di scampo!
L’obbiettivo finale del Sistema è questo, cancellare ogni possibilità di liberazione dalla gabbia da lui impostaci… e già ci sta riuscendo molto molto bene.

Ora torniamo alla crisi, so benissimo che la mia teoria della moneta unica non sta in piedi da sola e chiunque potrà dire che sono solo stronzate. Forse non accadrà quello, ma penso che comunque è meglio essere pronti, siamo all’inizio di qualche cosa, qualcosa che sconvolgerà le nostre vite se non saremo pronti ad affrontarlo. L’obbiettivo del Sistema è sempre quello di metterci paura per poi poterci controllare sempre meglio.
Ma che nessuno si preoccupi eccessivamente, senza quasi rendertene conto avrai accettato la “soluzione” del Sistema e tutto ti sembrerà di nuovo come prima.
Solo se veramente pensi che il Sistema possa esistere e che tu sei molto molto di più di quello che credi di essere e vuoi scoprire chi sei veramente e quali sono i tuoi veri poteri, solo in questo modo, solo se hai questi sentimenti vorrai evitare in tutti modi l’installazione nel tuo corpo di un microchip che ti potrà rendere schiavo definitivamente e quindi , forse, solo se hai questi sentimenti ti conviene prendere in mano la tua vita e trasformarla, accrescere la tua consapevolezza, uscire dagli schemi per scoprire che puoi essere qualcosa di più di quello che pensi di essere.
Altrimenti non preoccuparti troppo, in qualche maniera tutto si risolverà, vedrai presto saranno trovate delle “soluzioni”: c’è già chi ci pensa e in qualche modo risolveranno, niente dipende da te, puoi solo aspettare!



Qualcuno potrebbe dire che tutto questo è pensare in maniera negativa, attirarsi tutte queste brutture, che dovremmo parlare in positivo e dire che la crisi finirà presto e tutto andrà avanti così come è sempre andato… Ma non ha senso applicare il pensiero positivo al Sistema, convincersi che la crisi finirà senza conseguenze etc, sarebbe un applicare il proprio potere nell’ambito del Sistema e questo oltre a non avere effetto vero ci imprigiona ancora di più nella trappola, ci convinceremmo sempre di più che la situazione che oggi viviamo è il meglio possibile, facendo così il gioco del Sistema che non vuole che noi vediamo al di là della cortina fumosa.
Applica il tuo pensiero positivo alla tua vita, non al Sistema, non alla vita che il Sistema vuole per te!

Materialmente parlando se pensi che quanto scritto possa essere vero ti starai ponendo un sacco di domande, e se comincerai a pensarci veramente ti accorgerai di quanti problemi ci sarebbero da affrontare: rifiutare il sistema monetario vuol dire rimanere senza soldi e la nostra mente condizionata non riesce a pensare come si possa vivere senza soldi! Molti di noi abitano in città, magari in condominio senza nessuna possibilità di accedere alla terra…
Non sembra proprio un piano molto ben architettato? Non avendo accesso alla terra non abbiamo accesso diretto al cibo e quindi dobbiamo comprarcelo: come faremmo quindi a sopravvivere rifiutando il nuovo sistema monetario che verrà?
Fino a cento anni fa le sorgenti d’acqua erano curate e tutti sapevano dove trovare questo liquido così importante per la vita, oggi per noi l’acqua da bere esce dal rubinetto oppure è dentro le bottiglie; senza queste cose non sappiamo neanche dove trovare l’acqua!!
In effetti, il piano è veramente ben congegnato, materialmente parlando la maggioranza delle persone è in trappola.
Quindi leggendo quando scritto sul Sistema, sull’obbiettivo della crisi etc. la maggioranza tende ad ignorare il tutto, in parte perché non vede soluzioni alternative, in parte perché non capisce la profondità della cosa e in parte perché il Sistema lavora dall’inizio dei tempi per condizionarci a pensare quello che vuole lui. Per quale motivo dovrei rinunciare a quello che ho, alla mia vita, alla fine più o meno sto bene… E’ con questi pensieri che alla fine lasciamo perdere.
Il problema è che siamo stati troppo condizionati a pensare solo ed esclusivamente ad un livello materiale, il Sistema ci porta sempre più su questa via, lo fa dall’inizio dei tempi per tenerci come suoi schiavi, la situazione è molto più profonda e seria di quello che può sembrare una moneta unica etc. siamo portati a pensare che alla fine non sia un grosso problema questa cosa del microchip, certo, di per se stesso non è così grave, lo diventa quando esso fa parte di un progetto globale occulto atto a renderci schiavi in maniera definitiva, dico in maniera definitiva perché schiavi lo siamo già: schiavi inconsapevoli, che magari per alcuni può anche non sembrare un problema, finché una cosa non la sai essa non ti disturba, quindi per alcuni è meglio seguire il flusso.
Penso che in futuro, forse quando sarà troppo tardi tutti ci accorgeremo di essere schiavi e forse non si potrà più fare niente, forse il nostro vero potere sarà imprigionato in maniera definitiva.
Le religioni sono state tutte manipolate nel corso dei secoli per controllare al meglio i popoli, ma il seme, il nocciolo principale è rimasto: forse nei testi sacri più antichi è stata nascosta una traccia, una traccia che dice chi siamo e cosa ci sta succedendo… A volte per nascondere qualcosa bisogna metterlo ben in evidenza: ed ecco che nelle principali religioni c’è sempre un “cattivo” che agisce nell’ombra contro l’umanità… Questo “cattivo” è quello che io chiamo Sistema, ma se sei un cristiano puoi anche chiamarlo diavolo o se sei musulmano Iblis. Ora grazie a tutti i condizionamenti impostici nei secoli noi troviamo molto comodo lasciare tutte le cose come stanno non vedendo nessun pro nell’uscita dalla trappola, l’uscita dalla trappola ci sembra molto simile al film “matrix” dove troviamo coloro che si sono liberati dalle macchine che si devono nascondere sotto terra mangiando robaccia, mentre gli altri, quelli intrappolati (utilizzati come batterie dalle macchine) hanno sì il loro corpo imprigionato ma non lo sanno perché alla loro mente viene fatto credere di essere nel tipico mondo a cui tutti siamo abituati, ognuna di queste persone ha i suoi alti e bassi in questa realtà virtuale ma tutto sommato se la passa meglio di coloro che si sono liberati che vivono sottoterra nascosti per paura delle macchine che infestano la superficie.
Questa è l’immagine della liberazione dal Sistema che molti di noi hanno: un gran casino, una vita di stenti mentre tutti gli altri nella loro ignoranza se la spassano o per lo meno stanno molto meglio!
Ma non è così, liberarsi dal Sistema vuol dire riscoprire il grande potere che è in ognuno di noi, riscoprire tutto quello che ci è stato celato dall’inizio dei tempi, questo è il giorno, è ora di liberarsi da questo giogo, riscoprire quanto può essere bello e facile vivere, superare ogni tipo di paura, ogni tipo di malessere, essere nella piena felicità, ritornare nuovamente l’essere superiore che siamo, aumentare il nostro stato vibrazionale, riunire ogni cosa in una sola cominciando dal nostro corpo, la nostra mente e la nostra anima, elevare il nostro corpo a livelli energetici sconosciuti, trascendere le cose materiali, andare contro le leggi fisiche e chimiche, per dirla con parole non mie: ”..Spostare le montagne!”.
Tutto ciò è alla nostra portata, dobbiamo solo crederlo intimamente e liberarci sempre più dal giogo del Sistema, dai suoi condizionamenti. Questo non è certo facile, ma come per tutte le cose facili o difficili che siano, l’importante è cominciare e, più saremo e più sarà facile: ogni persona, ogni mente è collegata all’altra in maniera inconscia, è come internet: tanti computer tutti collegati fra loro, tu puoi vedere tutti i loro contenuti e loro possono vedere il tuo contenuto… Più persone porteranno i loro pensieri verso questi obbiettivi e più sarà facile raggiungerli, più sentiremo intuizioni nuove dentro di noi che ci indicheranno la via!
L’importante è cominciare e seguire il proprio percorso, tante sono le vie, inizia da ciò che ti viene più facile, allarga la tua visuale e cerca dentro di te, nessun altro può farlo al posto tuo!
Sei libero di scegliere, ci sono strade già battute e facili da imboccare, ma normalmente non portano che in un altro punto della gabbia… Costruisciti la tua strada, passa nel luogo sconosciuto, cammina e forse, chissà, forse ti accorgerai che l’uscita dalla gabbia non è poi così lontana!
Ci ritroveremo tutti là, ognuno avrà fatto la sua strada e insieme apriremo la porta!
L’importante è cominciare!




Come sempre questo post non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi! Buona esplorazione!
  

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Amore...bello, come al solito!
Ma qui sembri un pochino uno che fa mindfucking!^_^

Amos B ha detto...

:-) sì in effetti è un pò propagandistico.. Ma sembra l'unico modo per riuscire a far passare un qualche messaggio!

Anonimo ha detto...

Posso dire che sto cercando di capire bene tutto il discorso, sono un po' piccola..
Ma credo anche di farmi aiutare dal suo discorso per l'orale degli esami che avrò tra pochi (troppo pochi!) mesi.
Grazie mille dell'aiuto :)
Davvero un bel discorso.

Amos B ha detto...

Grazie per l'apprezzamento... E non preoccuparti troppo per l'esame, con meno ti preoccupi e con più ti verrà facile!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...