"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

venerdì 24 dicembre 2010

Vigilia? Mangio pesce!

Oggi giorno di vigilia nella maggioranza delle case italiane verrà consumato pesce dicendo :" beh noi oggi facciamo vigilia, e per la vigilia si mangia il pesce..."
Beh vi siete mai chiesti perchè? Naturalmente la cosa deriva dalla religione cattolica che vieta di mangiare carne per la vigilia e tutti i venerdi del mese...
Ebbene questo divieto in realtà è un richiamo a consumare cibo austero o magari ad astenersi del tutto dal mangiare, in segno di attesa, rispetto, contemplazione del grande avvenimento che ci si presta a celebrare... Un tempo tale richiamo si trasformava automaticamente in un "non mangiate carne", in quanto mangiare carne era considerato un lusso, un qualcosa da fare in occasione di una festa, era considerato comunque un cibo da ricchi, un cibo "di livello"...
Oggi mangiamo carne ogni giorno, è una cosa considerata normale.... Ed ecco che chi "segue la tradizione", chi è cattolico, non mangia carne per la vigilia... Ma come sostituirla? Ma certo con il pesce! un cibo ancora oggi considerato di lusso...
Ecco che un giorno che per la religione cattolica sarebbe da trascorrere nel digiuno o perlomeno consumando cibi austeri, si trasforma in un giorno in cui mangiamo uno dei cibi più lussuosi, il pesce...

Da parte mia nessun problema, ribadisco sempre che le religioni sono un buon modo per mantenere controllate le persone, quindi non necessariamente le loro imposizioni si rivelano essere qualcosa di giusto...
il problema nasce dal momento in cui le persone continuano a dire:" ah, per la vigilia BISOGNA mangiare pesce.." , "perchè?", "Beh, perchè si è sempre fatto così, è la tradizione, noi siamo cattolici , quindi facciamo così..."  in questo modo visti da fuori non si può che apparire stupidi, ignoranti , inconsapevoli: si sostiene che si debba fare una determinata cosa, (mangiare il pesce), in quanto si segue la religione cattolica e non ci si ferma nemmeno un momento a chiedersi che senso abbia ciò che si stà facendo, non ci si ferma nemmeno un momento a riflettere su cosa possa significare la regola di non mangiare carne la vigilia... Si segue la scappatoia che tutti seguono, inconsapevoli del fatto che è una scappatoia, criticando chi magari mangia carne per la vigilia, senza accorgersi che mangiando pesce da un punto di vista cattolico non si è certo migliori di chi sta mangiando carne....

Tutto questo per ribadire ancora una volta che ogni giorno facciamo cose senza conoscerne il perchè, senza porci nessuna domanda, trascinati dal "si è sempre fatto così" facciamo cose credendo che abbiano un significato menttre spesso ne hanno un altro.... Viviamo nell'ignoranza e nell'incosapevolezza e abbiamo al contempo la convinzione di conoscere tutto ciò che c'è da conoscere...

Buon natale a tutti...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Devo darti ragione su questo fatto, però la fede è una cosa seria, non la confondiamo con i riti, le tradizioni e la corruzione dello spirito. Strafogarsi nelle feste comandate è evidentemente una depravazione indotta dalla società dei consumi, per questo ho il massimo rispetto dei musulmani che digiunano con fierezza nel loro mese sacro. Chiunque scherzi o polemizzi con il digiuno rituale dovrebbe provare a svegliarsi la mattina senza caffé, dimenticare la sete, sopportare il nervoso che ti viene quando hai voglia di una sigaretta ma non si può, attendere le interminabili ore che precedono il tramonto: oggi noi occidentali preferiamo lamentarci dei troppi bagordi piuttosto che moderarci per purificare l'anima. Le nostre pancie piene sono un'offesa alla povertà, l'unico nemico che vogliamo eliminare e dimenticare, anche davanti all'immagine del bambinello nato in una stalla.

wuwoizar ha detto...

Excellent post I must say.. Simple but yet interesting and engaging.. Keep up the awesome work!

online pharmacy

Amos B ha detto...

Thank you wuwoizar!

Anonimo ha detto...

Quante demenzialità si leggono.
Vigilia, digiuno, ma siete proprio sicuri che la vostra fede non sia puro fanatismo da talebans?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...