"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

venerdì 24 dicembre 2010

Vigilia? Mangio pesce!

4 commenti
Oggi giorno di vigilia nella maggioranza delle case italiane verrà consumato pesce dicendo :" beh noi oggi facciamo vigilia, e per la vigilia si mangia il pesce..."
Beh vi siete mai chiesti perchè? Naturalmente la cosa deriva dalla religione cattolica che vieta di mangiare carne per la vigilia e tutti i venerdi del mese...
Ebbene questo divieto in realtà è un richiamo a consumare cibo austero o magari ad astenersi del tutto dal mangiare, in segno di attesa, rispetto, contemplazione del grande avvenimento che ci si presta a celebrare... Un tempo tale richiamo si trasformava automaticamente in un "non mangiate carne", in quanto mangiare carne era considerato un lusso, un qualcosa da fare in occasione di una festa, era considerato comunque un cibo da ricchi, un cibo "di livello"...
Oggi mangiamo carne ogni giorno, è una cosa considerata normale.... Ed ecco che chi "segue la tradizione", chi è cattolico, non mangia carne per la vigilia... Ma come sostituirla? Ma certo con il pesce! un cibo ancora oggi considerato di lusso...
Ecco che un giorno che per la religione cattolica sarebbe da trascorrere nel digiuno o perlomeno consumando cibi austeri, si trasforma in un giorno in cui mangiamo uno dei cibi più lussuosi, il pesce...

Da parte mia nessun problema, ribadisco sempre che le religioni sono un buon modo per mantenere controllate le persone, quindi non necessariamente le loro imposizioni si rivelano essere qualcosa di giusto...
il problema nasce dal momento in cui le persone continuano a dire:" ah, per la vigilia BISOGNA mangiare pesce.." , "perchè?", "Beh, perchè si è sempre fatto così, è la tradizione, noi siamo cattolici , quindi facciamo così..."  in questo modo visti da fuori non si può che apparire stupidi, ignoranti , inconsapevoli: si sostiene che si debba fare una determinata cosa, (mangiare il pesce), in quanto si segue la religione cattolica e non ci si ferma nemmeno un momento a chiedersi che senso abbia ciò che si stà facendo, non ci si ferma nemmeno un momento a riflettere su cosa possa significare la regola di non mangiare carne la vigilia... Si segue la scappatoia che tutti seguono, inconsapevoli del fatto che è una scappatoia, criticando chi magari mangia carne per la vigilia, senza accorgersi che mangiando pesce da un punto di vista cattolico non si è certo migliori di chi sta mangiando carne....

Tutto questo per ribadire ancora una volta che ogni giorno facciamo cose senza conoscerne il perchè, senza porci nessuna domanda, trascinati dal "si è sempre fatto così" facciamo cose credendo che abbiano un significato menttre spesso ne hanno un altro.... Viviamo nell'ignoranza e nell'incosapevolezza e abbiamo al contempo la convinzione di conoscere tutto ciò che c'è da conoscere...

Buon natale a tutti...

martedì 21 dicembre 2010

Il finale di partita...

0 commenti
Tutto intorno a noi evidenzia che siamo al finale di partita... una partita che dura da millenni, una partita che vede l'umanità contrapposta a qualcosa di non ben definibile, un qualcosa che spesso in questo blog viene chiamato sistema, un qualcosa che non sappiamo da chi è gestito, un qualcosa che potrebbe addirittura far parte di noi, un qualcosa che comunque ci allontana dal nostro vero essere, dalla nostra vera vita...
Ebbene siamo al finale di partita, tutto sembra ormai perduto per l'umanità, sembra solo una questione di tempo, una questione di poche mosse e poi il sistema avrà vinto la partita, realizzando così la grande opera di incatenamento, soppressione della nostra vera essenza, la riduzione dell'umanità a una schiera di automi non senzienti...
Sono tempi interessanti, tempi bui secondo tante profezie antiche, tempi in cui l'apocalissse sembra vicina, tempi di grandi cambiamenti...
Ma tutto questo non deve far paura... La strada è stata seguita fino a qui, alla ricerca della meta ed ora la meta è molto vicina; anche se apparentemente siamo arrivati a un vicolo cieco, anche se apparentemente la partita sembra persa...
Il sistema appronta le sue mosse finali, ma ora stà a noi muovere, è il finale di partita, ora ci si gioca tutto, ora o mai più! E la soluzione per vincere la partita esiste!
Lo stallo stà per sbloccarsi, intorno a noi il sistema sa come muovere e stringe sempre più la morsa: possiamo arrenderci e credere che oramai niente si puo più cambiare, che non c'è via d'uscita e bisogna accettare le cose così come sono, oppure possiamo fare la mossa vincente, la mossa che il sistema non si aspetta, la mossa che ribalterà le sorti della partita, quella mossa non può essere come le altre mosse fatte finora, dovrà essere una mossa che trascende le nostre abitudini, le nostre conoscenze, i nostri presunti limiti, sarà una mossa esplosiva, un qualcosa di estremamente potente che da troppo tempo aspetta di uscire, sarà come un vulcano che esplode, sarà una mossa incontenibile... E questo può avvenire solo al finale di partita, solo al finale di partita dentro di noi può essere raggiunta la "pressione" necessaria per scoppiare!
Pensiamolo ogni giorno: siamo al finale di partita, è il momento di dare il meglio, è il momento di stupire, se fosse un film sarebbe il momento in cui parte la musichetta esaltante e il protagonista che ha subito tante avversità trova la forza di reagire e vincere!

Ricordiamoci anche che comunque non è una guerra, non è una battaglia, è una partita, un gioco, un gioco molto bello e avvincente, un gioco 3d super evoluto... Buon divertimento!



E allora accendiamo l'interruttore :)

domenica 19 dicembre 2010

Visione globale, ufficiale e alternativo...

0 commenti
La maggioranza delle persone è addestrata a difendere le informazioni che conosce, le informazioni che gli sono state inserite nel corso degli anni dai media, dalla società, dai genitori. Quando si presenta una informazione che stravolge una qualche convinzione si tende a non dargli troppo peso, a evitare di approfondirla per davvero, bollandola facilmente come una informazione sicuramente sbagliata figlia di un insieme di paranoici che hanno come loro fortezza principale internet...
Questo è quello che ci insegna la televisione: internet è pieno di informazioni sbagliate veicolate da personaggi che desiderano l'anarchia e mirano a screditare tutto e tutti senza nessuna prova e nessun dato dalla loro parte... Ne consegue che spesso chi riceve informazioni alternative tende a vederle come tutte provenienti da quel calderone inattendibile che gli hanno insegnato essere internet... I media però non dicono che esistono un sacco di libri che contengono informazioni alternative, libri che approfondiscono le questioni molto bene, portando dati e prove ben verificabili... Ma leggere un libro per farsi una idea, per poter valutare bene una idea prima di bollarla come fandonia risulta per molti un qualcosa di troppo impegnativo: viviamo nell'era della velocità, non abbiamo tempo, 15 minuti di telegiornale e già sappiamo tutto quello che dobbiamo sapere... Ci stanno coltivando davvero bene... Ed ecco che quella informazione che ci era arrivata agli orecchi diventa per noi l'ennesima fandonia, l'ennesima "voglia di veder complotti dovunque", senza che nemmeno sappiama da dove quella informazione provenisse, su quali dati si basasse, con quali argomenti sorreggeva la sua tesi... Ancora una volta sistema 1 individuo 0...
Poi questo non vuol dire che leggendo un determinato libro che tratta di un determinato argomento definito “alternativo”, automaticamente cambieremo idea, ma almeno

lunedì 6 dicembre 2010

La soluzione esiste!

6 commenti
Come prima cosa pongo un bel indovinello:

Un giorno un re per dimostrare al popolo la sua bontà d'animo decide di liberare un prigioniero, convoca il popolo e davanti a tutti chiama il prigioniero.
A questo punto il re dice al prigioniero: " Vedi, su questo tavolo c'è un bicchiere, su quell'altro ce ne è un altro, sotto di essi c'è una pallina, io ho messo una pallina bianca e una pallina nera, se saprai dire dove è la pallina bianca avrai sarai libero, altrimenti rimarrai in prigione per sempre come da condanna..." In realtà però il re era perfido e aveva messo sotto quei bicchieri solo palline nere: il prigioniero che conosceva bene il vero volto del re si aspettava questa mossa, ne era consapevole.
Ora in quale modo il nostro prigioniero potrà salvarsi?


Bene, questo è l'indovinello... A prima vista sembra che il prigioniero non abbia nessuna speranza: deve trovare una pallina bianca ma ce ne sono solo delle nere!
Sembra non vi sia soluzione... Però continuiamo a pensarci nonostante l'apparente insolubilità, consci del fatto che è un indovinello e per forza di cosa deve esistere una soluzione, altrimenti non esisterebbe nemmeno l'indovinello... Continuiamo a pensare alla soluzione perchè siamo convinti che ci sia...

venerdì 3 dicembre 2010

Wikileaks, la più grande rivelazione...

7 commenti
In questo giorni tutti parlano di wikileaks, dei segreti dei governi sbattuti sulla pubblica piazza, il curatore del sito viene ricercato in tutta Europa, addirittura è stato accusato di stupro, si arriva a definire l'operato di wikileaks "l'11 settembre informatico"...

Possiamo vedere la cosa in diversi modi
  1. possiamo partecipare emotivamente alla situazione, rimanendo incollati al televisore per sapere se e come questo individuo pericoloso è stato catturato, ponendo tutta la nostra fiducia nelle istituzioni, credendo veramente che tale personaggio sia un pericolo per la stabilità mondiale; un terrorista informatico da fermare in tutti i modi possibili...
  2. Possiamo elogiare wikileaks, contenti che ci sia finalmente qualcuno che dice la verità, una fonte autorevole che mette a nudo i segreti dei governi, perchè in fondo lo sappiamo che le istituzioni non sono poi così pulite come vorrebbero farci credere. quindi speriamo che non lo fermino, speriamo che Assange possa ancora mettere online altro materiale...
  3. Possiamo vedere tutta la situazione come un'ennesima presa per i fondelli organizzata nei minimi dettagli. 
Mi spiego:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...