"Ti avverto, chiunque tu sia.
Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,
se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi
non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se ignori le meraviglie della tua casa,
come pretendi di trovare altre meraviglie?
In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh, uomo conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli Dei." Oracolo di Delfi

Questo blog non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi!
Grazie a chiunque vorrà lasciare un commento!

domenica 17 ottobre 2010

Quello che non si deve sapere sul caso Sarah Scazzi...

Questo che segue sarà un post un pò diverso dagli altri...
Quello che leggerete è frutto di un ragionamento che non necessariamente deve essere giusto, in quanto porta a conclusioni veramente impensabili, gravi ed esagerate..
Non sarà certo un post in cui approfondire particolari macabri della vicenda, riportare testimonianze, interviste di gente distrutta, divertirsi ad indagare giocando al piccolo detective in attesa del colpo di scena, alla ricerca dello scoop dell'anno come stanno evidentemente facendo tutti i media, trasformando così una tragedia in un giallo a puntate da seguire con il fiato sospeso dalle nostre poltrone...

Detto questo, ricordate come è iniziato il caso di Sarah, le prime notizie che sono state date? immagino di sì dal momento che tutti i telegiornali ne hanno parlato, e anche non guardando la televisione lo avreste potuto sentire da qualche amico o parente: c'è sempre qualcuno intorno a noi che segue "avidamente" i telegiornali in attesa (in maniera spesso solo inconscia) della notizia tragica dell'anno, di un nuovo giallo, di una nuova tragedia in diretta, dell'inizio di una nuova puntata del grande fratello versione realtà..
Comunque, per rinfrescarci la memoria ecco qui un video (bisognerà sorbirsi 30 sec di pubblicità..) con le prime notizie sul caso Scazzi: se ne parlava già dopo che la bambina era scomparsa da soli 3 giorni..
Ma quanti minori scompaiono all'anno?
Sul sito dell'ansa a questo indirizzo leggiamo:


"Sono 1033 i minori italiani e stranieri per i quali sono state attivate nel corso del 2009 le segnalazioni di ricerca sul territorio nazionale e che risultano ancora inseriti nell'archivio delle ricerche. Dal primo gennaio al 4 marzo 2010 le segnalazioni sono state già 222. Il dato, fornito dalla Direzione centrale anticrimine della polizia di stato, è stato reso noto nel corso di un convegno di Telefono Azzurro, organizzato oggi a Roma in occasione della Giornata internazionale dei bambini scomparsi.

Dal 2007 al 2009 si è verificato un costante incremento dei casi. La maggior parte delle scomparse riguarda minori di nazionalità straniera e la fascia più consistente di minori da rintracciare è quella di età compresa tra i 15 e i 18 anni: sono per lo più ragazzi che si allontanano volontariamente da casa o dalla comunità che li ospita"(la sottolineatura e il grassetto sono miei)

inoltre sul sole24ore a questo indirizzo leggiamo:

"La maggior parte dei minori scomparsi (il 53% del totale, quasi tutti stranieri) si è allontanato dall'istituto o dalla comunità in cui era ospite, il 25% si è allontanato volontariamente dalla famiglia, per il 10% si tratta di un caso di sottrazione da coniuge, l'1% è possibile vittima di reato,(sottolineato e grassetto sono miei) mentre per l'11% la causa della scomparsa non è stata determinata..."

Quindi da questi dati ufficiali ricaviamo che solo nei primi tre mesi del 2010 sono stati segnalati più di 220 casi di sparizione di minore, possiamo verosimilmente dire che ne siano stati segnalati come minimo 600 prima dell'inizio del mese di settembre..
Sempre da questi dati notiamo che la maggioranza di queste sparizioni è dovuta a ragazzi che si allontanano volontariamente da casa: nulla di estremamente grave, casi che si risolvono in poco più di una settimana con il ragazzo che torna a casa e i genitori che lo perdonano; solo l'1% dei casi è vittima di reato, solo l'1% dei casi è una notizia di cronaca nera...

Ora, alla luce di questi dati, mi chiedo per quale motivo i media abbiano dato risalto fin dai primi giorni a questa vicenda e invece non abbiano minimamente menzionato tutte le altre ( come abbiamo detto più di 600 casi..). Ancora più sorprendente è il fatto che proprio questa vicenda scelta diciamo a caso fra tutte le altre si è rivelata essere uno di quei pochi casi che rientrano in quell'1%, con un epilogo veramente macabro e pieno di violenza...

Per quel che ne sapevano i giornalisti e le forze dell'ordine nel momento di quei primi servizi, la bambina poteva benissimo essere scappata di casa volontariamente, poteva essere a casa di un parente perchè in lite con la famiglia, poteva essere un caso come un altro, un caso come altri 600 che non hanno avuto la minima risonanza mediatica.. Eppure è stato scelto proprio quel caso, fra tanti è stato deciso di seguire quello.. E, da un punto di vista giornalistico, da un punto di vista degli ascolti, da un punto di vista da grande fratello, è stata proprio una scelta azzeccata, si è riusciti a seguire la storia fin dall'inizio, portando ogni giorno alla ribalta nuove scoperte, nuove congetture, proprio come se fosse un telefilm a puntate, con una sua introduzione, un suo svolgimento, e un suo drammatico epilogo come richiede il copione di una serie ben riuscita..

Quello che ancora una volta mi chiedo, perchè, perchè frà tanti casi di minori scomparsi è stato scelto proprio questo?
Come facevano i giornalisti (o chi per loro)  a sapere che quel caso nascondeva una notizia che avrebbe fatto parlare la gente per mesi?
Come potevano sapere che non era un altro caso di minore scomparso di facile risoluzione come gli altri?
Ancora, di casi come quello ne succedono veramente pochi, è un qualcosa di veramente macabro, pescare nella marea di casi simili proprio quello è come trovare il famoso ago nel pagliaio... Ricordo ancora una volta che i media hanno iniziato ad occuparsene dopo soli 3 giorni dalla scomparsa...

Dove voglio arrivare?
E' un qualcosa di talmente sconcertante quello che stò per scrivere che stento a immaginare tanta inumanità..
Adolf Hitler disse:  
“Le masse indulgono ogni giorno in meschine falsità, ma mai verrebbe loro in mente di architettare delle menzogne clamorose, né di potere credere nella possibilità di tali mostruose sfacciataggini… più è grande è la menzogna, quindi, più è probabile che la gente ci creda… inoltre, anche la bugia più impertinente lascia sempre delle tracce dietro di sé, anche dopo che è stata smascherata”
Infatti ciò che stò per dire è talmente esagerato che è veramente difficile credere che si possa architettare un piano così meschino...

Come ripeto da sempre, il mondo è gestito ad altissimi livelli da ciò che io chiamo sistema,
l'obbiettivo di tale sistema è renderci degli automi completi, privi di iniziativa, totalmente succubi del potere: veri e propri schiavi, batterie che forniscono energia a questo sistema.. Nel corso della storia il sistema ha controllato i popoli, le nazioni in svariati modi, oggi nell'era dell'informazione, della televisione, della tecnologia, il sistema ci circonda di false percezioni, in modo da accrescere sempre più in noi la paura; il sistema ha le mani ovunque, e chiunque apra un pò gli occhi, chiunque inizi ad allargare un poco la sua visione se ne può rendere conto, a volte però le sue azioni possono apparire inverosimili, esagerate.. Ma la possibilità esiste, esiste la possibilità che determinati eventi di cronaca nera (come ad esempio il caso Scazzi), siano organizzati a tavolino.. Sì, esiste la possibilità che determinate società segrete che agiscono nell'ombra per suggellare il controllo globale del sistema sulle nostre menti organizzino questi massacri.. Come? Esistono sistemi di controllo della mente molto molto avanzati, cose che noi gente comune nemmeno immaginiamo, tecniche che sono in grado di inserire un programma nella mente di una persona, programma che scatta ad un determinato segnale, e così un uomo comune diventa un mostro.. Sembra solo fantasia ma è reale, si può fare.. Il potere di queste società segrete, il potere del sistema và molto al di là di ciò che noi possiamo pensare o immaginare; ho suggerito la possibilità del controllo mentale per potere "pianificare" determinati eventi, ma sono convinto che esistano numerose altre possibilità nelle carte che hanno da giocare questi poteri forti, questi poteri che controllano ogni giorno la nostra vita...
Ora con questo non voglio assolutamente dire che i giornalisti italiani sono implicati in questo tipo di "operazioni" semplicemente eseguono gli ordini che arrivano dall'alto, che a loro volta arrivano da più in alto e così via, per il sistema il controllo delle notizie è una delle armi più importanti per mantenere la gente nella gabbia, per mantenere la gente immersa nella paura, dandogli in pasto di anno in anno cronache sempre più crude.

La chiave di lettura è duplice:
- Il telegiornale ci propina sempre più violenza, diventiamo di conseguenza più insensibili alla violenza, ci alziamo una mattina e facciamo una strage corredata di particolari sempre più macabri in quanto l'insensibilizzazione alla violenza che è cresciuta in noi richiede che noi eseguiamo una violenza veramente esagerata per poter essere appagati...

- Il telegiornale ci propina sempre più violenza, diventiamo di conseguenza più insensibili alla violenza, il telegiornale per poter continuare a interessarci, ad impaurirci deve fornirci un livello di violenza sempre maggiore.. Se tale violenza non accade, bisogna costruirla artificialmente, in modo da poter continuare a crescere in una spirale di violenza senza fine..

Entrambe le chiavi di lettura non lasciano molto allegri.. Il telegiornale diventa sempre più simile ad un programma di intrattenimento, vengono inserite musiche a tema, si segue le notizie fin nei più macabri particolari...
La violenza è di casa, ci viene servita su un piatto d'argento ogni giorno, preferibilmente ad ore pasti.. E anche questa prassi di guardare il telegiornale durante il pasto è molto pericolosa, nel momento in cui il nostro corpo si apre per nutrirsi siamo circondati da violenza mascherata da intrattenimento, in modo che le nostre difese naturali crollino e noi lasciamo passare acriticamente tale violenza dentro di noi, con il risultato che il nostro subconscio arriva ad associare la violenza al cibo: se c'è la violenza, se c'è il telegiornale si mangia: il nostro corpo, la nostra mente impara in questo modo ad alimentarsi di violenza..
La cosa è perlomeno inquietante..
La violenza serve al sistema per aumentare il suo controllo su di noi, la violenza inizia a servire a noi per nutrirci..
Niente paura, il sistema ci fornirà ogni giorno la nostra razione: se la troverà naturalmente (per modo di dire..) bene, altrimenti la produrrà autonomamente...

Tutto ciò forse è troppo per essere digerito, forse il nostro corpo, la nostra mente finirà per rigurgitarlo, per rifiutarlo, decisa a credere che sia impossibile... Forse no!


Come sempre questo post non vuole convincere nessuno, non contiene la verità assoluta...
é solo un punto di vista, una collina, dalla quale ammirare il panorama: la collina non fornisce nuovi occhi per guardare, ma solo un punto sopraelevato, diverso dal solito, dal quale guardare il panorama con i propri occhi! Buona esplorazione!

2 commenti:

FruLLo82 ha detto...

Aggiungo un altra riflessione:
Se scoppia il "boom mediatico" sul caso Scazzi, si ha una ampia parte di telegiornali, un ampia parte di talk show impegnati a trattare questa vicenda!
Se si parla di questo... semplice... si può facilmente non parlare di altro...
è molto facile riempire la mente umana di cose futili...

Amos B ha detto...

Ciao Frullo!
Mi trovi del tutto daccordo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...